Eventi

Con il “Concorso Rudolf Noureev”, la danza classica torna protagonista in città

Giovani studenti e danzatori di talento provenienti da tutto il mondo, avranno l’opportunità di essere affiancati a grandi Etoiles della danza, per momenti di formazione e perfezionamento

La danza classica torna ad essere grande protagonista a Rimini con la IV edizione del Concorso Rudolf Noureev, il primo Concorso internazionale per giovani studenti e danzatori e danzatrici professionisti dai 15 ai 24 anni, dedicato alla memoria del celebredanzatore e coreografo.

Il Concorso seleziona giovani danzatori di talento provenienti dalle grandi Scuole Superiori e dai corpi di ballo di tutto il mondo, che avranno così la possibilità di vivere un momento privilegiato di formazione e perfezionamento con grandi Etoiles della danza, essi stessi partner di Rudolf Noureev in passato. Il Concorso intende inoltre facilitare l’inserimento professionale dei giovani studenti, danzatori e danzatrici di tutte le nazionalità, il cui talento si sia distinto durante la competizione.

La IV edizione avrà luogo, come di consueto, nell’affascinantecornice del Teatro Amintore Galli, da martedì 25 a domenica 30 luglio. Gli iscritti prenderanno parte a sei giorni di coaching con le Etoiles ospiti Monique Loudières, Elisabeth Maurin e WilfriedRomoli.

Sono 20 i candidati in concorso, provenienti da Italia, Francia, Olanda, Belgio, Spagna, Russia, Lituania e Giappone, in gara per aggiudicarsi Premi di categoria e stage in Grandi scuole o Compagnie Internazionali e, su proposta della Giuria, un GrandPrix eccezionalmente attribuito all’allievo/a particolarmente meritevole.

La Masterclass culminerà domenica 30 luglio con lo spettacolo Nureyev. New Generation Friends – 2023_Gala in programma alle ore 20:00 al Teatro Amintore Galli. Un evento che vedrà la partecipazione straordinaria di Nais Duboscq e Francesco Mura, primi ballerini dell’Operà di Parigi, che si esibiranno in un pas de deux tratto dal 2° atto de Il lago dei cigni e nell’assolo de "La morte del cigno" con Nais Duboscq, e di Sergio Bernal,  considerato il "re" del flamenco, già primo ballerino del Balletto Nazionale di Spagna, vera star internazionale del balletto classico e del classico spagnolo, ospite nei maggiori programmi TV in Italia, che porterà in scena Il Cigno per la coreografia di Ricardo Cue.

Ospite speciale di questa edizione, in giuria anche quest’anno, sarà Luciana Savignano, Etoile e star internazionale dal lungo e fertile connubio artistico con Maurice Béjart, nonché partenaire di Noureev. Accanto a lei in giuria, le Etoiles dell’Opéra di Parigi Monique Loudières, Elisabeth Maurin e Wilfried Romoli, Daniel Agésilas,Presidente di giuria e Irene Guaraldi, Segretario di giuria.

Ogni giurato voterà per ciascun candidato per la categoria studenti(su 20 per la variazione imposta Noureev,  su 10 per la variazione libera, su 10 per la valutazione del lavoro effettuato durante i 6 giorni)e per la categoria professionisti (su 20 per la variazione imposta Noureev, su 10 per la variazione libera). La somma dei punteggi decreterà i vincitori dei seguenti premi, che saranno assegnati il 30 luglio, a conclusione dello spettacolo:

  • Premio della categoria “Espoir” assolo femmina: 500 €
  • Premio della categoria “Espoir” assolo maschio: 500 €
  • Premio della categoria “professionale” assolo femmina: 750 €
  • Premio della categoria “professionale” assolo maschio: 750 €
  • Premio della categoria “professionale” passo a due: 800 € per la coppia

Inoltre, potranno essere attribuiti altre tipologie di premi come stages in Grandi Scuole o Compagnie Internazionali.

In contemporanea, durante la stessa settimana, allievi dai 9 anni e giovani professionisti potranno partecipare allo stage pedagogico "Atelier Noureev", tenuto dai docenti Gil Isoart, professore del Corpo di Ballo dell’Opéra de Paris ed Elisa Scala, professoressa alla Scuola di Ballo dell’Accademia alla Scala per il classico e Jean Alavi, professore al Conservatoire National Supérieure de Musique et Danse de Paris, per il contemporaneo.

Una opportunità unica, soprattutto per i giovani allievi del territorio, che saranno protagonisti di un progetto di didattica della danza che si qualifica per la eccezionale qualità del corpo docenti, un importante  laboratorio internazionale, un’immensa risorsa per l’esplorazione e lo sviluppo creativo della danza, per soddisfare l’esigenza di apprendimento a livelli d’eccellenza.


Si parla di